Da Genova alla scoperta dell’Africa nera, destinazione Senegal.

I voli Air France via Parigi e Turkish Airlines via Istanbul propongono collegamenti giornalieri con la capitale Dakar, cuore dell’Africa occidentale. Il Senegal, Paese del sole (più di 300 giorni all’anno), è una terra affascinante, avvolgente e sincera. Uno dei pochi Paesi al mondo sospesi tra sahel e tropici, punto di incontro culturale e geografico. Fin dall’arrivo all’aeroporto di Dakar il Senegal stupisce con la Teranga (“accoglienza” in lingua wolof, ma anche condivisione, fare insieme e sensibilità dell’incontro). Cogliere appieno una vera esperienza di Senegal è possibile attraverso un viaggio di Turismo Responsabile, proposto dall’operatore di Torino Viaggi Solidali.

Il turismo responsabile mette al centro del viaggio la comunità di accoglienza. I fondi generati dal turismo responsabile contribuiscono alla realizzazione di progetti di sviluppo locale. La prima tappa del viaggio è la regione di Thies, nel villaggio di Beude Dieng, dove con l’associazione di migranti Sunugal  si scoprirà la filiera dell’arachide e l’impegno nella lotta contro l’emigrazione clandestina.

Continue reading »

Una vera esperienza in Senegal… Un viaggio unico!

Tagged with:  

La CISV per il futuro della società L’Archivio della Generatività italiana sceglie, unica nel settore, l’ong CISV come “esempio delle forze generatici del paese”.

L’Archivio della generatività italiana è un progetto dell’Università Cattolica e del Centro  don Sturzo. “Generatività” e “forze generatrici” rimandano al lavoro che la generazione attuale compie per riuscire a garantire una possibilità di sviluppo per le generazioni future. “Si vuole promuovere lo sviluppo degli individui”, in particolare dando attenzione ai giovani e a tutte quelle realtà territoriali che ogni giorno lavorano per dare “vivacità al paese” contro la “sterilità delle dinamiche politico-istituzionali” recita il mandato dell’Archivio.

L’obiettivo è di reinterpretare l’unicità della varietà italiana per delineare la nuova direttrice di sviluppo di cui l’Italia ha bisogno, il tutto rispondendo ad una semplice domanda: “crescere sì, ma come?”.

Continue reading »

Tagged with:  
Tagged with:  

“Ci siamo quasi ” ci dice Martina.
Dodici facce a punto interrogativo su un caratteristico pulmino che percorre gli ultimi chilometri di sterrato che da Dakar ci portano al campement “Le Walo”.

Dai finestrini impolverati vediamo donne intente a fare il bucato nel fiume, imponenti alberi di mango e carretti trainati da asini, mentre il cielo si tinge dei colori del tramonto. La curiosità e l’entusiasmo che aleggiano tra di noi, quasi a destinazione dopo circa 48 ore di viaggio, sembrano essere corrisposti da un’orda di bambini che al grido di “toubab, toubab” si appendono al nostro pulmino in corsa.

Continue reading »

Tagged with:  

campo di lavoro cisv in senegaldi Marta Mosca

Eccomi qua. Finalmente arrivata a destinazione dopo ore di volo a pensare come sarebbe stato il mio arrivo in Senegal. Non mi sbagliavo: scesa all’aeroporto di Dakar, dopo qualche istante sono già ubriaca di Africa, pervasa dal suo odore caldo e avvolgente che mi rapisce e mi fa immediatamente innamorare un’altra volta di questa terra. So per certo che qua starò bene.

Il giorno successivo raggiungiamo la nostra meta: il Campement Le Walo, situato al nord del Senegal vicino al confine con la Mauritania, tra Saint Louis e Ross Béthio. La struttura è stata costruita su un territorio molto esteso; su collinette di sabbia sorgono cinque piccoli bungalow costruiti in stile tradizionale destinati all’alloggio dei turisti, una cucina, una sala polivalente e al centro campeggia una grande tenda mauritana che regala un fresco riparo dal rovente sole africano.

Continue reading »